ACQUISTA OGGI LA TUA CASA AL MARE, INVESTI NEL TUO FUTURO . . . - - ST.IM.E.C. sas - - Compravendita e Gestione Immobilare - - Uffici siti in: ITALY - - 17023 CERIALE (SV) - - P.za Lombardia, 15 - - Telefono +39 (0182) 931.228 - - Fax +39 (0182) 991.364

 

Tour guidato di CERIALE (Liguria)
  • La Storia:
  Le origini storiche di Ceriale risalgono al basso Medievo. Ceriale fu proprieta' prima del Vescovo di Albenga successivamente del Comune.Terra salubre, immune dalle metifiche esalazioni delle paludi che costellavano la pianura, fu ricca di coltivazioni e di casolari contadini. Sebbene si voglia far risalire la denominazione ad un nobile romano citato da Tacito, Petilio Ceriale, o addirittura a Cesare, protettrice delle messi; piu' prosaicamente la denominazione della citta' nacque in epoca medioevale quando per dire "campi coltivati" si soleva dire "Caerealia".

Non si hanno tracce di epoca romana e medioevale (salvo il ritrovamento di una tomba a fine ottocento e di un altare sul capo Anzio).

La via Julia Augusta passava in quota a livello di Peagna che deve il suo nome a Pedanea (passaggio di torrente).

In epoca medioevale viene pero' ricordata una chiesa di S.Eugenio a tenuta dai Cavalieri del Santo Sepolcro.

Il centro storico dell'attuale cittadina porta documentati riferimenti storici a partire dal 1400. Di questo periodo resta un tratto di cinta muraria e un torrione con l'ingresso in via Torre. La cittadina nel 1500 era dominata anche da un castello che era ubicato nelle sede dell'attuale cimitero, il cui lato meridionale sorge sui baluardi dell'antica fortezza costruita dai genovesi.

La chiesa parrocchiale sorgeva nella posizione attuale ma con l'altare e il campanile rivolti ad oriente. La chiesa dedicata ai Santi Giovanni Battista ed Eugenio, venne ristrutturata secondo i declami del Concilio di Trento nei primi anni del 1600. Nel frattempo era stato costruito a cura del governo genovese un Torrione sul mare come strumento di osservazione e di difesa (1566).

Nel 1637 la citta' contava circa 600 abitanti. Proprio in quest'anno la citta' visse la tragedia piu' grave della sua storia.

Un'incursione di corsari barbareschi sorprese nel sonno gli abitanti nella notte tra l'1 e 2 luglio, i corsari, che erano guidati dal Celeb Ali' (detto Ciribi'), giunsero su 8 galee. Sbarcarono a Levante saccheggiarono la citta' ed uccisero oltre 30 persone, devastarono la chiesa e vennero rapite circa 300 persone, che poi in seguito vennero rilasciate dietro riscatto.

Dopo di che sino al periodo napoleonico Ceriale visse un periodo di sviluppo sino a diventare comune in quel periodo autonomo e capolugo di cantone sotto la giurisdizione di Albenga.

Nell'800 vi fu un lavoro di bonifica della pianura, che perse la coltivazione della canapa e offri' un terreno di incredibile fertilita', si apri' la via alla migrazione nella nostra zona di numerose famiglie di Varazze, Arenzano e della Val Polcevera che costituirono il nucleo portante dell'economia agricola. Si aggiunsero successivamente due consistenti migrazioni di veneti e di campani perfettamente integrate nel tessuto cittadino.

Dopo la seconda guerra mondiale la citta' ebbe uno sviluppo notevole con il turismo di massa e con un movimento demografico intenso. Oggi Ceriale vive di un'economia mista fondata su agricoltura e turismo e terziario.